Eccoci qui nel Diario di Bordo della Vittoria Junior International School!

Dopo avervi mostrato alcune foto d’epoca di Torino, passiamo ora, nel rispetto della nostra vocazione internazionale, alla storica Londra.

 

Ti ricordiamo che anche tu puoi contribuire ad arricchire questo spazio inviando foto, immagini e pensieri all’indirizzo mail junior@vittoriaweb.it

 

Oggi alla scuola dell’infanzia i bambini, grazie all’utilizzo di schede da completare e colorare, hanno imparato i nomi in inglese di diversi mezzi di trasporto e il loro funzionamento.

 

Giornata dedicata anche al mondo animale con attività e laboratori in cui i nostri piccoli alunni hanno dovuto mettere in gioco tutte le loro abilità artsitiche e creative.

 

Nel pomeriggio, da veri studenti inglesi, è arrivato il momento di prendere il tè in un Tea time with teddy bears!

 

 

La prima elementare ha avuto un’ora di inglese con la mestra Claire e un’ora di italiano con la maestra Stefania che ha incentrato la sua lezione, con esercizi di comprensione del testo, sul mondo dei giocattoli e dei giochi. I bambini di seconda elementare hanno approfondito le frazioni con la lezione di matematica della maestra Sara e hanno poi imparato a scrivere un testo per raccontare le proprie esperienze ed emozioni con la maestra Marilena. La terza elementare invece ha avuto un’ora di inglese con la maestra Liat e un’ora di geografia con la maestra Stefania con la quale hanno studiato le cartine geografiche, nello specifico le varie simbologie e le riduzioni in scala.

Gli alunni di quarta elementare hanno  passato ben due ore con la maestra Mariangela che ha interrogato durante l’ora di scienze alcuni studenti e ha ascoltato alcune relazioni degli alunni su Leonardo da Vinci durante l’ora di matematica; di queste relazioni vi proponiamo quella di Diana!

 

 

I ragazzi di quinta elementare nel frattempo si sono divisi in due gruppi per seguire prima le lezioni o di francese o di spagnolo e poi quelle di inglese o con la maestra Claire o con la maestra Louise. Gli studenti di spagnolo nello specifico hanno ripassato le nozioni apprese quest’anno e hanno poi incontrato la loro nuova insegnante!

 

La prima media oggi ha avuto un’ora di scienze, un’ora di matematica e un’ora di storia nella quale il professore ha spiegato la celebre crisi economica europea del Trecento, mettendone in evidenza i principali fattori scatenanti.

 

 

I ragazzi di seconda media intanto hanno seguito una lezione di musica, poi una lezione di matematica e infine si sono divisi in due gruppi per seguire o il corso di spagnolo o il corso di francese, al termine di quest’ultimo la docente ha assegnato come compito per le vacanze la lettura in una versione semplificata, ma in lingua francese, della leggenda medievale di Tristan et Iseut.

 

Gli studenti di terza media hanno avuto un’ora di arte e un’ora di storia nel corso della mattinata, mentre nel pomeriggio hanno dato gli ultimi ritocchi alle proprie tesine. Durante l’ora di storia il docente ha deciso di raccontare, trovando il tema molto contemporaneo, le lunghe battaglie portate avanti dai movimenti per i diritti civili degli afroamericani negli USA.

 

 

 

Oggi proseguiamo con l’esplorazione del Ciclo dell’Eredità dell’autore statunitense Christopher Paolini proponendovi copertina e trama di Eldest, secondo capitolo della saga letteraria pubblicata in Italia da Bur.

 

Dopo aver salvato Tronjheim grazie all’eroico duello con Durza, Ajihad viene ucciso da un ultimo gruppo di Urgali. Nasuada quindi, figlia di Ajihad, viene eletta regina dei Varden ed Eragon parte con Arya, Saphira e Orik verso Ellesméra, la città degli elfi. Qui inizia un addestramento con Oromis e con Glaedr, al termine del quale partirà per combattere contro Galbatorix insieme ai Varden. Intanto, suo cugino Roran scappa con l’intera popolazione di Carvahall, minacciata dai soldati di Galbatorix e dai Ra’zac, per rifugiarsi dai Varden. Eragon subisce dei miracolosi cambiamenti, dono dei draghi, nel corso della celebrazione del Giuramento di Sangue: grazie a tale intervento, il Cavaliere si libera, finalmente, della cicatrice sulla schiena, che gli provocava dolorosi attacchi e assume delle peculiarità elfiche come agilità, forza e resistenza sovrumane. [ da https://it.wikipedia.org ]

 

A domani per un altro appuntamento con il nostro diario!